BARTOLOMEO RAMENGHI (1484-1542)

BARTOLOMEO RAMENGHI (1484-1542)

Bartolomeo Ramenghi nacque a Bagnacavallo nel 1484 e morì a Bologna nel 1542. Fu pittore, timido imitatore di Raffaello.

Bartolomeo Ramenghi, detto il Bagnacavallo Senior, nacque a Bagnacavallo nel 1484 e morì a Bologna nel 1542.

Nel 1506 si trasferì nella città felsinea dove si formò al seguito di Francesco Francia e Lorenzo Costa, e fu fortemente suggestionato anche dal lavoro di Amico Aspertini col quale collaborò alla decorazione a fresco dell'Oratorio di Santa Cecilia. In questi primi anni fu anche influenzato dal vivace cromatismo dei Ferraresi e, nella sua fase artistica più matura, divenne timido imitatore di Raffaello.

A Bagnacavallo sono conservate alcune opere di Bartolomeo Ramenghi. In particolare, nella sezione antica della Pinacoteca Comunale nel Museo civico delle Cappuccine è possibile ammirare la pala d'altare con la "Madonna col Bambino e i santi Michele, Francesco, Pietro e Giovanni" e lo "Sposalizio mistico di Santa Caterina", quadro di piccolo formato destinato alla devozione privata; mentre nel presbiterio della collegiata di S.Michele Arcangelo, si trova la pala d'altare raffigurante "Cristo su trono di nubi coi santi Michele Arcangelo, Giovanni Battista, Bernardino e Pietro Apostolo".





Ultimo aggiornamento: 28/06/2016 (Redazione di Bagnacavallo)

Questo sito utilizza i Cookies (anche di terze parti) per migliorare la tua esperienza di navigazione e per raccogliere dati statistici. Continuando la navigazione acconsentirai all'uso dei cookies. accetto   maggiori info
siti internet acticode.it