LEO LONGANESI (1905-1957)

LEO LONGANESI (1905-1957)

Nacque a Bagnacavallo nel 1905 e morì a Milano nel 1957. Fu giornalista, cartellonista ed editore.

Laureatosi in giurisprudenza a Bologna, iniziò a lavorare come giornalista e, poco più tardi, fondò e diresse alcuni settimanali tra i quali "E' promesso", "Il toro" e "L'Italiano". In questo stesso periodo, collaborò con Mimo Maccari a "Il Selvaggio" e aderì al movimento letterario di "Strapaese".

Longanesi si cimentò anche come grafico collocandosi tra Giorgio Morandi, suo amico e "consigliere", e gli esempi storici di Daumier, Toulouse-Lautrec e Grosz. In questa veste, espose nell'ambito di diverse mostre nazionali e internazionali, culminando la sua carriera in un'importante mostra personale alla Galleria Barbaroux di Milano tenutasi nel 1941.
Dopo la guerra fondò e diresse l'omonima casa editrice.

Alcune sue pubblicazioni e testate, di cui fu fondatore, sono conservate nella Biblioteca Comunale sita all'interno del Museo civico delle Cappuccine; vengono esposte saltuariamente in mostre temporanee.





Ultimo aggiornamento: 28/06/2016 (Redazione di Bagnacavallo)

Questo sito utilizza i Cookies (anche di terze parti) per migliorare la tua esperienza di navigazione e per raccogliere dati statistici. Continuando la navigazione acconsentirai all'uso dei cookies. accetto   maggiori info
siti internet acticode.it