ARENA DELLE BALLE DI PAGLIA

ARENA DELLE BALLE DI PAGLIA

In un paesaggio naturale che racconta del visibile e dell'invisibile, torna immancabile Arena delle balle di paglia. Dal 16 al 21 luglio 2015, con due anteprime l'11 e il 13 luglio 2015, sei giorni di imperdibili appuntamenti tra narrazioni, musica e arte. Evento fuori corso!

«Quando esco fuori di casa e incontro le piante, i miei fiori, gli alberi, la natura, allora mi ritorna la voglia di vivere. Quella è ancora la mia felicità» (Nera, 87 anni di Cotignola). Con la frase di Nera introduciamo il tema del paesaggio dedicato all'Arena di paglia 2015.

Paesaggio è sentimento, è identità, è terra natia, è rifugio, è specchio del degrado. E' speculazione. È la campagna coltivata, è l'isola con l'Albaraz. E' meraviglia. E' stupore. Il paesaggio è un'aratura, una siccità, il tracciato di una strada, un ingorgo, uno straripamento.

Il Paesaggio quando è un bel Paesaggio sogna di diventare necessario, come quello della paglia di Cotignola. Sei giorni con oltre cinquanta iniziative. Ed una comunità che si scalda, sperando che restino tracce di bello nel Paesaggio della vita.

PROGRAMMA delle prossime giornate del Festival
Scarica qui il depliant (pdf) della rassegna!

18 LUGLIO - STATI D'ANIMO PROVVISORI DI PAESAGGIO
> ore 7.00-9.00 Bar delle acacie: Colazione con lo sguardo del pane fresco.
Colazione sulla paglia con tre musicisti provenienti da paesaggi diversi propongono il concerto Gnawa jinn dalla cultura dell’etnia marocchina Gnawa, le musiche della guarigione degli antichi rituali che salutavano il passaggio dalla notte al giorno, intrecciate con santeria afrocubana, psichedelia e jazz. Suonano Reda Zine (guimbrì, voce), Fabrizio Puglisi (synth, voce), William Simone (batà, percussioni, voce).

> dalle ore 19.00 Casa Belvedere: Un soffio d'Oriente.
Mattarello(a)way
è una sorta di gemellaggio culinario Romagnamondo. Candida e Sanja, dopo un viaggio di otto mesi nel sud-est asiatico, ora si fermano all’Arena per proporci due ricette raccolte direttamente dalle mani delle azdore dei paesi visitati: il bánh mì, emblema del cibo di strada vietnamita a base di maiale glassato alle cinque spezie, e il chole, un piatto vegano a base di ceci e intensi profumi d’India. Se ti fermi trovi un assaggio d’Oriente, il racconto e le fotografie del loro viaggio.

> ore 19.30 Golena dei poeti: Abitiamo il paesaggio.
Dialogo tra un filosofo e un paesologo. Paolo D’Angelo, docente di estetica all’Università di Roma Tre, autore di “Filosofia del paesaggio” (ed. Quodlibet) e Franco Arminio scrittore e paesologo autore di “Geografia Commossa dell’Italia interna” (ed. Mondadori).

> ore 19.45 Ridotto balle: Dino Fumaretto e la musica dell'assurdo.
Dino Fumaretto vive nella cantina di Elia Billoni e scrive poesie. Elia le canta. Fumaretto è solo un autore ed è solo come un essere. Con Fumaretto si racconta la solitudine, la perdita, l’assurdità e il cinismo della vita attuale. Si ride, ma con ansia. Con Elia Billoni (piano e voce) e Andrea Lovo (batteria ed effetti).

> ore 21.00 Golena dei poeti: L - ovvero il caotico viaggio di Leonardo Da Vinci in Romagna.
Un monologo di e con Roberto Mercadini, poeta parlante e narratore senza storie.

> ore 21.45 Palco dell'Arena: Terra Madre Terra Matrigna.
Performance concerto del duo Interiors formato da Valerio Corzani ed Erica Scherl, arricchito dalla proiezione del documentario sulla terra Home del regista francese Yann Arthus-Bertrand. Sullo sfondo del concerto, immagini di una terra “madre” ma che a volte sa essere “matrigna”. Il titolo ben si adatta al corredo musicale prodotto da Interiors, fatto di sonorità acustiche e “tradimenti” digitali, voci angeliche e luciferine, battiti ancestrali e groove sbilenchi, inquieti, zoppicanti.

> ore 23.00 Area pi-nic di via Canale: Onda Mistica.
Una camminata nel silenzio; prima, lungo l’argine, un desiderio notturno di stati d’animo e di ricordi di Matteo Scaioli, Mario Baldini e Marco Luongo: paesaggio sonoro con i suoni delle carezze del grano, brezze silenziose, colpi di vento, rumori di fondo. Poi, in una golena, il concerto dei Liquid Desire (Gabriele Bombardini, Johnny Boscaini e Matteo Scaioli), che presenteranno il loro nuovo disco. Munirsi di torcia.

19 LUGLIO - NATURA E VIVALDI
> ore 19.00 Area pi-nic di via Canale: Il paesaggio è nutrimento dell'anima.
Seguendo la strada-tunnel verde del Canale del Mulino di Cotignola, si arriverà alla Chiusaccia, per poi raggiungere l’Arena camminando sull’argine sinistro del fiume Senio. Prima della paglia, la riscoperta del territorio. Vi condurrà Angelo Ravaglia, che conosce i nomi delle piante e degli animali.

> ore 19.30 Golena dei Poeti: Suoni rock impolverati di folk e trattori.
Concerto delle Forcina, giovane band locale nata nei casoni di campagna di Cotignola.

> ore 21.30 Palco dell'Arena: Antonio Vivaldi e i concerti della natura.
Si rinnova anche quest'anno il sodalizio con l'Emilia Romagna Festival. Sul palco, l’Orchestra dei Solisti Aquilani con Francesco Loi (flauto) e Daniele Orlando (violino solista).
In caso di maltempo il concerto verrà recuperato mercoledì 22 luglio.

20 LUGLIO - MITOLOGIE BESTIALI
> ore 19.30 Casa Belvedere: Bestie nel grano e altre creature tratte dal paese ddei coppoloni.
Conversazione tra Vinicio Capossela e lo scrittore Eraldo Baldini.

> ore 22.00 Palco dell'Arena: Requiem per animali immaginari e altre fantasticherie.
Concerto per orchestra d’archi arrangiato e composto da Stefano Nanni, con canzoni e testi di Vinicio Capossela e musiche eseguite dall’Orchestra Bruno Maderna. Letture tratte dal Manuale di Zoologia fantastica di Jorge Luis Borges.
Posti limitati. Prenotazioni sul circuito VivaTicket.

21 LUGLIO - ULTIMO PASSAGGIO D'ARENA CON BALLO
> ore 19.30 Ridotto balle: Musiche ceramiche.
Dialogo sonoro intimo utilizzando strumenti realizzati in ceramica autoprodotti: concerto dei Rabalà con Gian Luca Babini (percussioni), Gianluca Fortini (clarinetto basso), Fabio Cimatti (sax baritono), Enrico Versari (percussioni).

> ore 20.00-22.00 Casa Belvedere: Io abito nella terra che cerca ancora la felicità.
Un gran tour nella Bassa Romagna da assaporare con gli occhi e da gustare a ogni giro di ruota. Un viaggio virtuale nella Terra del benvivere, un set cinematografico interattivo dove gli spettatori diventano protagonisti. L’Unione dei Comuni della Bassa Romagna presenta in anteprima all’Arena “Delizie per viaggiatori buongustai”, il progetto con cui animerà la Piazzetta dell’Emilia-Romagna all’Expo, il prossimo 6 agosto.

> ore 21.00 Golena dei poeti: Terminal: blues del broker fallito.
Storia di un broker d’assalto romagnolo ormai fallito, che vive di rimedi nel terminal di una periferia ultra degradata. Lì, non trova di meglio che confrontarsi a muso duro con un gatto randagio napoletano. Un confronto paradossale, esilarante e amaro, tra un napoletano e un romagnolo, di Giovanni Nadiani, con Michele Zizzari e il gruppo musicale Faxtet.

> ore 22.00 Palco Arena: Gran Ballo che chiude l'Arena.
Sul palco saliranno i Mau Mau, storica band torinese che prende il nome dal gruppo di liberazione del Kenya dalla colonizzazione inglese. Loro sono il battito mondiale che mescola generi musicali provenienti dai paesi più caldi della terra. Dopo aver girato tutto il mondo e avere abbandonato la scena senza sciogliersi, all’Arena ricaricano le pile e presentano in anteprima alcuni brani del loro nuovo disco che uscirà in autunno. Con il loro folk rock accenderanno il ballo finale sulla paglia dell’Arena.

Dopo il ballo finale, come è ormai tradizione, ci sarà l’asta delle balle di paglia.

INOLTRE...

CASA BELVEDERE
> Tutte le sere, dalle ore 19.30 a Casa Belvedere, il fotografo Daniele Casadio, con l’aiuto di Stefano Tedioli, Alessandro Carnevali e Andrea Santese, prepara un set fotografico di ritratti d’Arena, visibili nei monitor di una stanza della casa. Gli iscritti a Primola Cotignola potranno chiedere il file dei ritratti scattati nel 2014 e 2015.
> In un'altra stanza della Casa, ci sarà una residenza d’attrice per Elena Guerrini, che presenta Alluvioni: fango che diventa luce una coproduzione con Primola Cotignola, che debutterà in prima nazionale a Sansepolcro al Kilowatt Festival 2015, uno dei più importanti festival teatrali italiani. Scritto e raccontato da Elena Guerrini e prodotto da Davide Di Pierro (dal 16 al 18 luglio, dalle ore 19.30, aperte di prove; dal 19 al 21 luglio, dalle ore 21.30, lo spettacolo, per dieci spettatori alla volta).

LAND ART
"Noi abitiamo nel fiume dove le lucciole cantano, i pesci trasportano il sole di notte, le fontane fanno i nidi nell’acqua, gli animali fantastici ruminano nell’arte, e dove i paesaggi sognano di diventare necessari".
> Il Pesce nel sole a cura dell’associazione culturale Selvatica, di Alice Iaquinta e Gilberto Donati.
> La Fontana dei nidi d’acqua del CER, di Oscar Dominguez e Claudio Lazzarini.
> Lucciomatiche di fiume di David Loom.
> Animalia a cura dei partecipanti del workshop di Oscar Dominguez.
> Concerto per lucciole che spunta dal Ponte Primola di Marco Morandi.
> Kusali, sculture di pane realizzate da Matteo Lucca.

L’ARENA DEI BAMBINI
Tutte le sere
, ore 18.30-20.30, laboratori e iniziative per i più piccoli. Ritrovo (o partenza) sempre alla Golena dei poeti.
> 16 luglio: Le olimpiadi della paglia gioco a tappe, sfida all’ultima merenda, tra staffette, ostacoli da superare e aghi nel pagliaio da cercare (età 6-11 anni).
> 16, 17, 18 luglio: I grandi pesci volanti in cartapesta laboratorio a cura dell’associazione Selvatica, con Alice Iaquinta e Gilberto Donati.
> 18 luglio: Un'avventura nell’isola dell’Albaraz Roberto Papetti guiderà i bambini in una camminata alla scoperta di un bosco magico (età 6-12 anni accompagnati da un adulto, si consiglia abbigliamento lungo e scarpe ginniche).
> 20 luglio: pic-nic di racconti, con i narratori di Casola è una favola (dai 4 anni).
> 21 luglio: camminata-laboratorio Maschere d’argine tra il CER e il Senio, per creare maschere di paesaggio con Marina Girardi (massimo 15 partecipanti, età 6-12 anni).

IL BAR DELLE ACACIE
Tutte le sere, dalle ore 19.00, si possono trovare piadine farcite con affettati, formaggi e verdure, piadine per vegani e vegetariani, vini della cantina La Sabbiona, birra, gli “arancini cuor di cuscus” di Natura Nuova, macedonia di frutta. Il 17, 18 e 21 luglio ore 18.30-20.30, aperitivo sulla paglia.

SORVEGLIANZA, EMERGENZE E DIVIETI
> L’area dell’Arena è sorvegliata 24 ore su 24 dal momento in cui saranno portate le balle e fino alla loro rimozione.
> Durante la festa sarà disponibile un’ambulanza con defibrillatore in caso di emergenza.
> Il Canale Emiliano Romagnolo è pericoloso: non avvicinatevi alle sponde, non oltrepassate i divieti.
> L’Arena è patrimonio comune: aiutateci a rispettarli e a farli rispettare.
> In caso di eccessiva affluenza, per motivi di sicurezza, l’accesso all’Arena sarà limitato. Ogni partecipante è totalmente responsabile di sé stesso.


Arena di balle di paglia
- Cotignola - 48033 (RA)
Tel: 333 4183149 (ore 18.00 - 20.00), info - Primola
E-mail: info@primolacotignola.it
URL: http://www.primolacotignola.it/

Come arrivare
L'arena si trova nelle campagne di Cotignola dove il Canale Emiliano Romagnola incontra il Senio. Si può parcheggiare nel campo sportivo di Cotignola (via Cenacchio), per poi arrivare a piedi o in bicicletta, attraversando circa 1200 metri di campagna (controlla anche sul sito di Primola, sul come arrivare all'arena). Portare anche una torcia. Servizio di navetta per persone con mobilità ridotta (prenotazioni allo 333 4183149, attivo i giorni dell’arena dalle 18.30). È possibile andare all’Arena in bicicletta: da Fusignano, Lugo, Faenza, Bagnacavallo, insieme agli amici di Primola, per pedalare insieme nella notte. Per prenotare un viaggio in bici in compagnia, tel. 333 4183149 (ore 18.00-20.00).


Prezzo: 16 luglio, ingresso libero; 19 luglio “Antonio Vivaldi e i concerti della natura” €12,00; 20 luglio “Requiem per animali immaginari e altre fantasticherie” €15,00; per tutte le altre serate è richiesto un contributo volontario uguale o superiore a €2,00
Ingresso gratuito per: fino a 12 anni per gli spettacoli del 19 luglio “Antonio Vivaldi e i concerti della natura”, 20 luglio “Requiem per animali immaginari e altre fantasticherie”


Ultimo aggiornamento: 22/07/2015 (Redazione di Cotignola)

Questo sito utilizza i Cookies (anche di terze parti) per migliorare la tua esperienza di navigazione e per raccogliere dati statistici. Continuando la navigazione acconsentirai all'uso dei cookies. accetto   maggiori info
siti internet acticode.it