home pageLugoScopri il territorioArte e cultura › Musei, gallerie

MUSEO FRANCESCO BARACCA

MUSEO FRANCESCO BARACCA

Museo storico dedicato a Francesco Baracca situato nella sua casa natale. Il palazzo, riedificato in stile liberty dalla famiglia, venne donato dal padre Enrico al Comune affinché fosse destinato a conservare i cimeli, oggetti appartenuti all'eroe e documenti d'epoca. Il museo ospita anche lo SPAD VII, aereo del 1917, sul quale Francesco Baracca conseguì una delle sue 34 vittorie. Su un fianco della fusoliera compare l'emblema personale del maggiore Baracca, il cavallino rampante, noto in tutto il mondo per essere stato adottato da Enzo Ferrari quale stemma delle vetture di Maranello.

Nuovo allestimento
I lavori di consolidamento antisismico, durati un anno (da aprile 2014 fino a maggio 2015), hanno offerto l'occasione di offrire al pubblico un nuovo allestimento attraverso il quale la struttura diventa oggi una vera e propria casa-museo.
Nel riaffermare i tre nuclei tematici su cui riposa la sua vocazione (storia, tecnica e mito), il rinnovato museo, che racchiude tra i 250 e i 300 cimeli direttamente legati a Francesco Baracca, si caratterizza per una maggiore attenzione alle nuove tecnologie.

Tra le maggiori novità, l’installazione permanente di uno speciale simulatore di volo aperto al pubblico realizzato nell'ambito di ALISTO - Ali sulla storia, un progetto transfrontaliero triennale che attua sinergie tra ricerca storica e sviluppo di tecnologia software. Il simulatore ricrea il paesaggio storico con la mappatura sul modello digitale del terreno (DTM) delle foto aeree di guerra italiane e austro-ungariche e consente di vedere dall’alto sia il paesaggio degli anni 1915-18, sia quello di oggi, percependone i valori storici e le trasformazioni, constatando a colpo d’occhio le profonde trasformazioni subite in un secolo.

Grande l’attenzione anche al contesto storico nel quale si inseriscono i primordi dell'aviazione, grazie all'esposizione di un nucleo significativo della "Collezione Baldini", fondo di cartoline illustrate della Grande guerra di notevole pregio. Grazie al supporto di schermi e di una "campana sonora", sarà possibile apprezzare il ricco apparato iconografico in dotazione agli archivi del museo e ascoltare l'orazione funebre di Gabriele d'Annunzio sul feretro di Francesco Baracca. 

Il rinnovato assetto del museo offrirà ai visitatori uno spazio più accogliente e interattivo, capace di interessare sia un pubblico adulto, sia la vasta platea di giovani e studenti, grazie ad alcune soluzioni legate alle nuove tecnologie. La riapertura, che si avvale del patrocinio di Palazzo Chigi - Struttura di missione per gli anniversari di interesse nazionale, si inserisce nelle iniziative per ricordare il centenario della Prima guerra mondiale.

Sulle orme di Francesco Baracca - Itinerario cittadino
Il Museo rappresenta, inoltre, il punto di partenza di un itinerario cittadino che comprende il Monumento, progettato e ultimato nel 1936 dallo scultore faentino Domenico Rambelli, giudicato una delle massime espressioni della scultura italiana del Novecento, e la Cappella sepolcrale, decorata dall’artista lughese Roberto Sella, collocata nel cimitero cittadino, al cui interno si può ammirare il maestoso sarcofago fuso col bronzo dei cannoni austriaci del Carso.

Il museo opera in stretta collaborazione con l'associazione "Amici del Museo Francesco Baracca", che ha finalità di ricerca storica e di promozione.


Museo Francesco Baracca
Indirizzo: Via Baracca, 65 - Lugo - 48022 (RA)
Tel: 0545 38105 - 38561
Fax: 0545 38534
E-mail: museobaracca@comune.lugo.ra.it
URL: http://www.museobaracca.it

Come arrivare
Il museo si trova in pieno centro storico. Parcheggio auto con parchimetro lungo la strada. Accessibile ai diversamente abili.


Prezzo: € 2,50
Prezzo ridotto: € 1,50
Ingresso gratuito per: tutti gli studenti di qualsiasi scuola; l’accesso al simulatore è gratuito per tutti
Orari: 10.00 - 12.00; 16.00 - 18.00
Giorni di chiusura: lunedì; 1 gennaio, 15 maggio, la 2° e la 3° settimana di agosto e dal 25 al 31 dicembre


Ultimo aggiornamento: 13/06/2016 (Redazione locale di Lugo)

Questo sito utilizza i Cookies (anche di terze parti) per migliorare la tua esperienza di navigazione e per raccogliere dati statistici. Continuando la navigazione acconsentirai all'uso dei cookies. accetto   maggiori info
siti internet acticode.it