VINCENZO MONTI (1754-1828)

VINCENZO MONTI (1754-1828)

Nato al Passetto, nel territorio di Alfonsine nel 1754 e morto a Milano nel 1828. E' considerato uno dei più importanti poeti del Neoclassicismo italiano.

Nato nel 1754 al Passetto, nel territorio di Alfonsine, si trasferì a Maiano nel 1769.
Dopo gli studi a Fusignano e nel seminario di Faenza, passò a Ferrara dove seguì i corsi di giurisprudenza e medicina.
I suoi interessi, tuttavia, si concentrarono ben presto sull'attività letteraria entrando nel 1775 in Arcadia e, in seguito alla pubblicazione del poema La visione di Ezechiello, grazie all'appoggio del legato di Ferrara il Cardinale Scipione Borghese, si trasferì a Roma nel 1778. Dall'anno successivo fino al 1786 scrisse diverse opere tra le quali l'ode La prosopopea di Pericle, la cantica La bellezza dell'universo e la tragedia Aristodemo.

Nel 1797 lasciò Roma e soggiornò a Bologna, Venezia e Milano dove si stabilì definitivamente divenendo segretario al ministero degli Affari Esteri della Repubblica Cisalpina.

In seguito all'occupazione austro-russa (1799), riparò a Parigi ma potè rientrare in Italia già due anni più tardi. Tra il 1802 e il 1806 gli fu assegnata la cattedra di eloquenza a Pavia, fu nominato poeta del Governo Italiano e storiografo del Regno d'Italia. Sono di quegli anni alcune opere celebrative dedicate a Napoleone.

Dopo la restaurazione, collaborò alla "Biblioteca Italiana" e compose opere celebrative dedicate al nuovo regime. In quel periodo intervenne contro il purismo trecentista nella questione della lingua con la Proposta di alcune correzioni ed aggiunte al vocabolario della Crusca e partecipò alla polemica tra classicisti e romantici, affermando il valore poetico dei miti classici nel sermone Sulla mitologia. Il suo capolavoro è considerato la traduzione dell'Iliade.

Il poeta morì a Milano nel 1828.

Ad Alfonsine si trova la casa natale di Vincenzo Monti, databile alla metà del XVIII secolo, recentemente restaurata ed adibita a museo. Al suo interno è possibile visitare alcune sale dedicate al poeta neoclassico e il Centro di Educazione Ambientale dedicato al Parco del Delta del Po e alla Riserva di Alfonsine.





Ultimo aggiornamento: 28/06/2016 (Redazione locale di Alfonsine)

Questo sito utilizza i Cookies (anche di terze parti) per migliorare la tua esperienza di navigazione e per raccogliere dati statistici. Continuando la navigazione acconsentirai all'uso dei cookies. accetto   maggiori info
siti internet acticode.it