ATTILIO PRATELLA (1856-1949)

ATTILIO PRATELLA (1856-1949)

Nacque a Lugo nel 1856 e morì a Napoli nel 1949. Fu pittore.

Pratella inizia a disegnare fin dagli anni del collegio.
Ammesso con una borsa di studio all'Accademia di Belle Arti di Bologna, nel 1877 vi segue per due anni i corsi. A Bologna la conoscenza dei paesaggi di Fontanesi, visti nella Pinacoteca dell'Accademia, è, a detta dello stesso Pratella, 'una rivelazione pittorica'.

Nel 1880 l'artista è a Napoli, dove frequenta l'Istituto di Belle Arti. In quegli anni per sbarcare il lunario, Pratella collabora nella decorazione delle ceramiche prodotte dalla fabbrica Cacciapuoti.
Nel 1887 espone alla Promotrice napoletana il dipinto 'il Mattino'. Questo paesaggio rivela la vocazione paesistica dell'artista. Da lì in avanti il successo del pittore cresce continuamente: le sue opere sono sempre più richieste e l'artista espone in Italia e all'estero, dalle biennali veneziane al Salon parigino.

Attilio Pratella è tra gli artisti più amati e ricercati dai collezionisti di pittura dell'Ottocento, cui sono ben noti i suoi paesaggi che celebrano il golfo partenopeo.





Ultimo aggiornamento: 28/06/2016 (Redazione di Lugo)

Questo sito utilizza i Cookies (anche di terze parti) per migliorare la tua esperienza di navigazione e per raccogliere dati statistici. Continuando la navigazione acconsentirai all'uso dei cookies. accetto   maggiori info
siti internet acticode.it